Migliori creme anticellulite

Siete alla ricerca di una crema anticellulite che funzioni e sia in grado di garantire risultati tangibili? Il mercato offre moltissimi prodotti che promettono effetti miracolosi, ma la maggior parte può vantare di buono solamente un’ottima campagna di marketing.

La verità è che non esiste una “bacchetta magica” per eliminare la cellulite. Questo inestetismo dipende da diverse cause quali il peso corporeo, l’età e la genetica.

Il fatto che non esista una soluzione rapida non vuol dire però che non sia possibile ridurre l’effetto a buccia d’arancia e migliorare il tono muscolare delle zone interessate.

Come in ogni battaglia, per combattere il nemico bisogna conoscerlo: in questo articolo approfondiremo le cause di questo problema e quali caratteristiche dovrebbe avere una buona crema anticellulite.

Crema anticellulite che cos’è e come funziona

I modi più efficaci per combattere la cellulite sono praticare un’attività fisica regolare, mangiare sano, bere molto e riattivare la circolazione attraverso massaggi con prodotti mirati. I risultati migliori si ottengono adottando tutti questi accorgimenti e mettendoli in pratica con costanza.

Per capire come funziona la crema anticellulite bisogna prima capire perché questo inestetismo si forma. La cellulite è il risultato di una disfunzione nel ricambio del tessuto connettivo.

Nello strato più profondo del derma le cellule adipose aumentano di volume e vanno a comprimere i vasi sanguigni, ostacolando di conseguenza la microcircolazione e causando un accumulo di liquidi negli spazi tra le cellule (la cosiddetta “ritenzione idrica”).

Il risultato è proprio l’odiosa superficie irregolare della pelle. La pelle a buccia d’arancia interessa prevalentemente le donne, che sono oltre il 95% dei casi.

È chiaro che il sovrappeso e i chili in eccesso facilitano la formazione della cellulite, ma bisogna fare attenzione anche ad accessori o indumenti che ostacolano la circolazione, come ad esempio jeans o cinture troppo stretti, giarrettiere, autoreggenti e così via.

Anche l’uso eccessivo di sale o l’assunzione della pillola anticoncezionale possono peggiorare questo fenomeno, trattenendo ulteriore acqua e accentuando l’aspetto irregolare della pelle nelle zone già colpite.

La crema anticellulite funziona agendo a livello cutaneo, riattivando la circolazione e generando un effetto drenante. Ogni crema contiene una formulazione con principi attivi che hanno un’azione lipolitica e vanno dunque a ridurre l’accumulo delle cellule adipose e a rinforzare le pareti dei capillari.

L’efficacia di questo prodotti dipende dalla qualità degli ingredienti, ma anche dalla loro concentrazione. Una maggior quantità di principio attivo darà ovviamente risultati più rapidi e convincenti.

Nelle creme in commercio sono anche presenti sostanze diuretiche che stimolano l’attività renale e favoriscono l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Oltre a scegliere un prodotto con ingredienti di qualità, è anche importante svolgere un apposito massaggio che sia in grado di far penetrare il prodotto all’interno dei tessuti.

Il movimento principale su cui si basa il massaggio drenante consiste nello stringere i lembi di pelle con le mani e poi distenderli, ripetendo per tutta la superficie di pelle interessata dalla buccia d’arancia, oppure si può un massaggiatore anticellulite.

Crema anticellulite: i migliori ingredienti

Per quanto riguarda la formulazione delle creme anticellulite, alcuni ingredienti funzionano meglio di altri. Le sostanze liporiducenti hanno dimostrato di agire efficacemente sugli accumuli adiposi, aiutando a smaltire i liquidi in eccesso e levigando la pelle.

Più una crema anticellulite è ricca di principi attivi più sarà costosa ed efficace. Questi sono gli ingredienti che le migliori creme anticellulite dovrebbero avere:

  • Caffeina: si tratta di uno degli ingredienti più utilizzati nei prodotti anticellulite per il suo alto contenuto di antiossidanti, che aiuta a smaltire le scorie e ottenere una pelle più tonica. La caffeina stimola la circolazione e promuove la lipolisi delle cellule. Ma attenzione: funziona solo per uso topico, bere più caffè per far sparire la cellulite, infatti, potrebbe sortire l’effetto contrario.
  • Retinolo: un elisir di giovinezza che dà buoni risultati sia contro le rughe che per contrastare la cellulite. Diversi studi hanno dimostrato che basta una concentrazione dello 0,3% per aumentare il flusso sanguigno e migliorare l’aspetto della cellulite.
  • Vitamina C: a livello cutaneo la vitamina C favorisce la produzione di collagene, stimola il ricambio cellulare e riduce la permeabilità dei vasi capillari.
  • Centella asiatica: si tratta di una pianta erbacea dai mille benefici che veniva usata già nell’antica medicina cinese e ayurvedica. Le sue foglie contengono sostanze che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e aumentano la circolazione periferica. Grazie alle sue proprietà benefiche trova largo impiego in molti prodotti cosmetici, come ad esempio nelle creme antirughe.
  • L-Carnitina: è un amminoacido naturalmente presente nel corpo umano che aiuta a bruciare i grassi e a rigenerare le cellule della pelle. Può essere assunto come integratore orale, ma si trova anche in molti prodotti anticellulite in commercio.
  • Escina e Ippocastano: promuovono la resistenza dei capillari, donano sostegno alle pareti venose e aiutano a drenare.
  • Tè verde: un altro prezioso alleato contro la pelle a buccia d’arancia perché contrasta i radicali liberi e la ritenzione idrica.
  • Olii essenziali: Per combattere l’inestetismo della cellulite sono adatti in particolare gli oli essenziali estratti dagli agrumi. Questi hanno un’azione diuretica e drenante, aiutano a liberare l’organismo dalle tossine e migliorano l’aspetto della pelle a buccia d’arancia.

Questi sono alcuni degli ingredienti da ricercare in una crema anticellulite, ma non sono gli unici che funzionano. Altri ingredienti stimolanti molto usati sono la teobromina, la teofillina, la sinefrina, il cacao, il tè verde, le alghe e il guaranà.

Non necessariamente un buon prodotto deve contenere tutti questi elementi, ma certamente la loro presenza è un buon indicatore di qualità.

Come scegliere la miglior crema anticellulite adatta a me?

Una buona crema anticellulite va scelta in base al proprio tipo di pelle e di cellulite. La cellulite, infatti, non è tutta uguale, ma ne esistono tre tipologie: edematosa, fibrosa e sclerotica. Per capire di che tipo è la vostra dovete provare a pizzicare la pelle.

Se la vostra cellulite è edematosa sentirete un fastidio più intenso e proverete quasi dolore. Per combattere gli inestetismi edematosi avrete bisogno di una crema con uno specifico effetto drenante. Molto consigliati anche prodotti con una formulazione ricca di antiossidanti.

Questo perché la cellulite edematosa si forma come risultato della ritenzione idrica. È anche detta cellulite al primo stadio e per eliminarla è di fondamentale importanza modificare le proprie abitudini alimentari, evitare cibi grassi e salati e bere molto di più.

Non è necessario essere in sovrappeso per avere questo tipo di inestetismo, che in generale è il più “giovane” per formazione ed anche il più facile da eliminare.

La cellulite di secondo stadio è invece detta fibrosa. È causata dall’accumulo di grasso adiposo e dal ristagno di liquidi, particolarmente su zone del corpo quali glutei e cosce.

La cellulite fibrosa non interessa soltanto gli strati superficiali della pelle, ma anche quelli più profondi e per questo motivo è più difficile da contrastare. Particolarmente utili in questo caso sono le creme anticellulite snellenti, soprattutto quelle che contengono estratto di ippocastano.

Questo tipo di inestetismo compare principalmente nei soggetti che fanno poca attività fisica e conducono una vita sedentaria; è dunque fondamentale intervenire anche sullo stile di vita per ottenere migliori risultati.

Il terzo e ultimo stadio è quello della cellulite sclerotica, la più difficile da debellare. In questo caso l’inestetismo occupa aree estese e la pelle appare dura, fredda e dolente al tatto.

Le creme da preferire sono quelle tonificanti: non risolveranno il problema al 100% ma sono un valido aiuto per restituire elasticità alla pelle e stimolare la circolazione.

I prodotti migliori contro la cellulite sclerotica sono anche quelli che hanno un effetto termogenico, vale a dire quelle creme in grado di aumentare o ridurre localmente la temperatura corporea.

Questo fenomeno agevola la combustione dei grassi, riducendo le placche sclerotiche.

Le migliori creme anticellulite efficaci del 2021

Somatoline Snellente 7 Notti Crema Ultra Intensivo 400 ml
3.042 Recensioni
Somatoline Snellente 7 Notti Crema Ultra Intensivo 400 ml
  • Svolge un’attività lipolitica, favorendo la riduzione degli accumuli adiposi
  • Favorisce il drenaggio dei liquidi cutanei in eccesso e contrasta la formazione di nuovi accumuli adiposi
  • Texture in crema ricca, la sua consistenza si modifica durante l'applicazione fondendosi sulla pelle, effetto caldo
  • Leviga e nutre la pelle, rendendola più liscia e morbida
  • Nota: l'articolo non ha una data di scadenza, ma la data indicata sul prodotto è la data del produttore e hanno un PAO (Periodo post apertura) di 12 mesi

Funziona davvero?

Per risolvere davvero il problema della cellulite è indispensabile cambiare il proprio stile di vita: sono infatti le abitudini sbagliate che causano la pelle a buccia d’arancia ed è principalmente su queste che bisogna intervenire.

Ciò non toglie che aiutarsi con i prodotti giusti può fare la differenza e accelerare il processo. Una semplice crema anticellulite di certo non basta, ma è anche vero il contrario, e cioè che non tutte le creme sono inutili.

Ad essere importante non è solamente la loro formulazione, ma anche il metodo di utilizzo, che prevede un massaggio prolungato e molto intenso, fatto con movimenti ampi ed energici fino al completo assorbimento del prodotto.

A seconda delle indicazioni riportate sulla confezione, la crema andrà utilizzata quotidianamente oppure a giorni alterni, ma l’importante è farlo sempre con costanza e non interrompere il ciclo di applicazioni.

È bene anche tenere a mente che i risultati non saranno immediati. Per valutare l’efficacia di una crema anticellulite bisognerebbe attendere almeno 2-3 mesi, durante i quali vanno ovviamente mantenute le buone abitudini di cui abbiamo parlato.

Come abbiamo detto, non tutte le creme sono realmente efficaci e quindi prima di scegliere bisogna prestare attenzioni agli ingredienti, al prezzo (spesso un costo medio-alto è un buon indicatore di qualità) e soprattutto alle recensioni.

Una volta trovato il prodotto che fa per voi, applicatelo con costanza e abbinatelo allo sport e a un’alimentazione corretta: solo così riuscirete a liberarvi della cellulite una volta per tutte.