Le migliori cuffie bluetooth

Negli ultimi anni il mercato degli apparecchi tecnologici per ascoltare musica ed in particolare delle cuffie Bluetooth ha acquisito un’eccezionale popolarità, tutto ciò è avvenuto per i più giusti motivi. Le cuffie Bluetooth hanno subito durante questo decennio una vera e propria rivoluzione, dotate da tecnologie sempre più avanzate, batterie che permettono il loro funzionamento fino a 48 ore continue e performance a livello di qualità del suono a dir poco esaltanti! Fino a qualche anno avremmo ancora consigliato, soprattutto per i più fissati con la qualità del suono, di comprare cuffie dotate di cavo, tuttavia la situazione è cambiata ed ormai si può combinare la qualità con la comodità comprando un paio di cuffie wireless Bluetooth, che potranno accompagnarci in ogni nostro tragitto, in ogni attività, comprese quelle sportive ed in ogni viaggio.

Le cuffie Bluetooth wireless sono al momento un accessorio di cui un appassionato di musica non può assolutamente privarsi. Sono un oggetto comodo, compatto, che offre una qualità del suono ottimale ma soprattutto il loro design e le loro caratteristiche sono così varie che troveranno il modo di soddisfare anche il più esigente dei clienti.

Come scegliere le migliori cuffie bluetooth

Ogni casa e ogni brand che produce cuffie wireless cerca ovviamente di dare un’impronta definita al prodotto, affinché possano anche un po’ rispecchiare chi le ha scelte. Di conseguenza, vi sono prodotti più indicati per l’ascolto casalingo, quelli perfetti per viaggiare e ascoltare musica se in movimento, ed altri ancora dotati di grande versatilità, utili in ogni condizione e per qualsiasi tipo di contenuto audio. Una volta stabilito ciò inizia la ricerca del modello perfetto, quasi come una forma di fitting nei camerini dei negozi di abbigliamento. Per molti tra le caratteristiche più importanti quando si è alla ricerca di un paio di cuffie vi è certamente il design. Inoltre chi desidera acquistare un paio di cuffie di sovente è anche alla ricerca di un oggetto leggero, maneggevole e comodo. Di conseguenza parametri come il peso, le dimensioni e la possibilità di essere richiudibili o tascabili divengono caratteristiche fondamentali nella scelta di un paio di cuffie. Di conseguenza magari per chi ne va un più frequente utilizzo in casa on in ufficio può facilmente orientarsi sulle cuffie over-ear, ovvero le cuffie che vanno poste sopra l’orecchio, il classico modello di cuffia. Mentre per chi tende a muoversi per la città, in mezzi di trasporto o luoghi in generale più caotici ed affollati allora sarebbero consigliabili le cuffie on-ear, cuffiette interne, come quelle che danno in dotazione con ogni tipo di cellulare, ma con la tecnologia Bluetooth. Ovviamente anche solo a livello di design ci si può sbizzarrire con diversi modelli dal design minimal, vintage, old-school o moderno e con diversi colori e tinte matte.

Design

Se il design sembra poter soddisfare proprio tutti i gusti è necessario porre un poco più di attenzione alla scelta dell’hardware, per capire i driver utilizzati, le frequenze supportate, il valore dell’impedenza, il suono di entrata i bassi e così via. I parametri più importanti da considerare per valutare le prestazioni delle cuffie Bluetooth sono tre: il ventaglio di frequenze che essa copre, il valore dell’impedenza e la misura dei driver. Per quanto riguarda la frequenza, le frequenze udibili dall’orecchio umano sono quelle comprese indicativamente tra i 20 Hz e i 20 KHz, con la dovuta specificazione che la sensibilità varia da persona a persona. Praticamente ogni tipo di cuffia in commercio copre questo range di percezione. Tuttavia, le cuffie possono coprire anche frequenze non udibili, che sono quelle che rendono il suono più fedele. Le vibrazioni che non riusciamo a percepire sono infatti ciò che distingue nettamente la miglior qualità del suono e, quindi, del prodotto.

Un ventaglio di frequenze per esempio dai 10 Hz ai 25 KHz, mentre le cuffie professionali dai 5 Hz ai 30 KHz. L’impedenza è anche un altro valore da tenere in considerazione in quanto indica, in parole povere, la pulizia del suono che verrà riprodotto, più è elevato il valore dell’impedenza, infatti, più preciso e privo di distorsioni sarà il suono riprodotto, in particolare ad alti volumi di ascolto. Lu cuffie Bluetooth ad elevata impedenza hanno generalmente più ostacoli a riprodurre le tracce audio ad un volume elevato, e a volte è necessario, per una qualità del suono ottimale, integrare con un amplificatore. Al contrario, con un paio di cuffie a bassa impedenza avremo un suono di qualità anche a volumi più alti, tuttavia la qualità del suono non sarà ottimale.

Per poter comparare ciò che abbiamo appena spiegato con le caratteristiche di un paio di cuffie basta tenere a mente che una cuffia Bluetooth di buona qualità e di prezzo medio avrà un’impedenza di 32 Ohm, mentre un modello di fascia alta arriverà ai 100 Ohm. Consigliamo anche di controllare sempre la presenza di un microfono per le comunicazioni col dispositivo collegato o le chiamate vocali. Va tuttavia detto che soprattutto per un ascoltatore medio, ovvero la maggior parte degli acquirenti la qualità delle cuffie disponibili nel mercato sarà sempre molto più che soddisfacente. Vale però tuttavia la pena di porre attenzione ai bassi e alle caratteristiche del suono anche in base alla musica che si ascolta, per evitare che il suono, magari per chi ascolta musica con bassi particolarmente forti venga distorta. Per quanto riguarda coloro che invece intendono utilizzare le cuffie anche nella registrazione di musica allora le caratteristiche richieste per l’oggetto saranno ancora più precise e specifiche.

Tecnologia bluetooth

La tecnologia Bluetooth garantisce una estrema compatibilità con la maggior parte dei dispositivi, tuttavia alcuni modelli danno il meglio delle loro prestazioni solo con alcuni tipi di dispositivi. Questa eventualità avviene soprattutto con i dispositivi come smartphone ovviamente, che magari sono dotati di funzioni dedicate o app fatte apposta per regolare le caratteristiche delle cuffie al fine di ottenere esattamente il suono che si desidera.

Le cuffie Bluetooth sono dei prodotti senza fili e comodi, tuttavia richiedono una carica periodica, di conseguenza anche l’autonomia dell’oggetto può essere un criterio per prendere una decisione più mirata. Questa caratteristica va oltremodo presa in considerazione nel caso di cuffie non dotate nella confezione di un cavo ulteriore che ne permetterebbe la connessione al cellulare.

Autonomia

La maggior parte delle cuffie Bluetooth hanno almeno 12 ore di autonomia, che è comunque un tempo enorme. Nel caso vogliate comprare un tipo di cuffie Bluetooth che si presentano anche con il cavo allora la batteria potrà avere un’autonomia relativamente limitata, circa 20 ore, in riproduzione musicale. Mentre l’autonomia in conversazione, che di solito è inferiore a quella in riproduzione musicale, sarò intorno alle 10 ore. Invece, la situazione è diversa per quanto riguarda cuffie solo Bluetooth. La loro autonomia in riproduzione musicale arriva ad essere addirittura raddoppiata, raggiungendo le 40 ore, mentre l’autonomia in conversazione si attesta intorno alle 30 ore. Tuttavia, vale la pena di controllare con attenzione l’autonomia e i tempi di ricarica per fare una scelta più efficiente e adatta alle necessità personali. Indicativamente, potrete trovare in commercio cuffie dal tempo di ricarica contenuto, intorno alle due ore e mezza, e cuffie dai tempi di ricarica più lunghi, che possono arrivare alle 4 ore e mezza. Infine, tra le qualità da controllare prima di compiere la scelta di comprare un modello o un altro di cuffie Bluetooth, vi è la funzionalità.

Compatibilità

Ultimamente la qualità più ricercata è la cancellazione attiva del rumore, che permette a chi indossa le cuffie di isolarsi totalmente dall’ambiente circostante e concentrarsi solamente sui suoni prodotti dalla cuffia. Questo tipo di funzione è ormai integrata e presente in moltissimi modelli. Tra le altre funzioni da tenere d’occhio alla scelta vi sono l’accoppiamento tramite NFC e il supporto a tecnologie come Dolby Atmos, aptX e Hi-Res Audio.

I motivi per comprare le cuffie Bluetooth sono ovviamente molteplici, in quanto permettono libertà di movimento rispetto al dispositivo a cui le cuffie sono collegate, che questo sia un cellulare, un computer o un altro apparecchio. Questo significa essere liberi dal contatto fisico col dispositivo anche quando si vuole cambiare traccia o, nel caso delle cuffie con microfono, rispondere a una chiamata in arrivo. Se questa è una funzione che trovate interessante in ogni caso vi conviene accertarvi che il modello di cuffia Bluetooth scelto abbia tali operazioni di base annesse nell’apparecchio. Tornando alla liberta di movimento garantita dalla cuffia è sicuramente opportuno menzionare anche le cuffie Bluetooth che permetto di fare completamente a meno di un dispositivo collegato. In questo caso si parla di modelli di apparecchio dotati di lettore per schede Micro SD. Altro modello di cuffia senz’altro interessante è quello rivolto agli appassionati di radio o podcast radiofonici, si tratta infatti di un modello di cuffia dotato anche di ricevitore FM integrato.

Passando alla parte più pratica, una volta comprato il nostro paio di cuffie Bluetooth, abbiamo bisogno di metterle in funzione e di capirne il meccanismo. Generalmente le batterie utilizzate nelle cuffie Bluetooth, come quelle integrate in smartphone e tablet, sono realizzate in litio e possono essere facilmente ricaricate. Di norma nella confezione delle cuffie viene incluso un cavo Micro USB (o USB C nei modelli più recenti), che può essere connesso a un computer per permettere la ricarica. In ogni caso per le cuffie ricaricabili con cavo micro USB o USB vi è anche l’opportunità di ricaricarle con gli adattatori per la corrente per lo smartphone. Sebbene questo oggetto sia ormai largamente utilizzato da tutte le fasce di età rimane comunque opportuno spiegarne alcuni punti fondamentali. Ogni modello di cuffia è diverso, di conseguenza avere a portata di mano il manuale è assolutamente necessario, in ogni caso ci sono delle regole generali che in caso di mancanza di manuale possono certamente tornare utili.

Le migliori cuffie bluetooth del 2021

JBL Under Armour Sport Wireless Train Cuffie On-Ear Bluetooth, Cuffie Sportive Senza Fili con tecnologia Bionic Hearing, Cuffie sovraurali per l'allenamento in palestra, Nero/Rosso
  • Le cuffie per sportivi JBL UA Train dai materiali ultra-resistenti e traspiranti prevengono l'eccessiva sudorazione e offrono stabilità e comfort - per una performance degna della tua
  • Dai la giusta carica al tuo allenamento: con le cuffie on-ear Bluetooth ti godi fino a 16h di musica con il JBL Charged Sound / Lo Speed Charge offre 1h di riproduzione con una carica di soli 5 minuti
  • Bionic Hearing: toccando il logo rialzato UA si attiva la funzione TalkThru che abbassa il volume della musica per poter parlare con il proprio compagno di allenamento senza dover rimuovere le cuffie
  • Dal design robusto, le cuffie wireless on ear sono progettate per il workout in palestra e resistenti al sudore / Comandi grandi di facile accesso / Cuscinetti auricolari lavabili a mano
  • Articolo consegnato: 1x JBL Under Armour Train Cuffie Bluetooth On Ear con Riduzione del rumore / Custodia rigida in fibra SuperVent / Cavo Alimentazione / Cavo Audio / Guida Rapida
Bose QuietComfort 35 II Noise Cancelling Bluetooth Headphones - Cuffie Over-Ear Wireless con Microfono Integrato e Controllo Vocale Alexa, Nero
59.698 Recensioni
Bose QuietComfort 35 II Noise Cancelling Bluetooth Headphones - Cuffie Over-Ear Wireless con Microfono Integrato e Controllo Vocale Alexa, Nero
  • Tre livelli di riduzione del rumore di prima classe per una ottima esperienza di ascolto in qualsiasi ambiente
  • Accesso vocale a musica, informazioni e altro tramite Alexa e l'assistente di Google
  • Sistema a due microfoni antirumore per un suono nitido e acquisizione della voce ottimizzata
  • Prestazioni audio bilanciate a qualsiasi volume
  • Pairing Bluetooth semplificato, impostazioni personalizzate, accesso ad aggiornamenti futuri e molto altro tramite l'App Bose Connect
Offerta
Pioneer SE-MJ561BT-T Cuffia Bluetooth con Tecnologia NFC e Microfono Integrato, Champagne
  • Tipo: cuffie dinamiche completamente chiuse
  • Risposta in frequenza: 9 - 22.000 Hz
  • Unità driver: 40 mm
  • Telefonate in viva voce con il microfono integrato
  • Tecnologia NFC e audio Bluetooth, 15 ore di autonomia in uso
Offerta
Sony WH-CH700 - Cuffie wireless over-ear con Noise Cancelling, Alexa Built-in, Compatibili con Google Assistant e Siri, Batteria fino a 35 ore, Bluetooth, NFC, Blu
  • Riduzione digitale del rumore
  • AINC One Push per ascolto senza rumori
  • Ascolto prolungato con la batteria da 35 ore
  • Microfono integrato per chiamate a mani libere
  • Cavo per ascolto continuo

Come collegare le cuffie ad uno smartphone?

In primo luogo, bisogna accertarsi che il Bluetooth del cellulare sia acceso e attivo e controllare che i due apparecchi siano in modalità di accoppiamento. Solitamente il percorso da seguire per ogni cellulare che sia del circuito Android o iOS è piuttosto simile basta andare sulle impostazioni e in seguito nella sezione Bluetooth che una delle prime che solitamente appare e quindi attivare il Bluetooth. Qui magari nella scelta della cuffia Bluetooth conviene scegliere un modello che ottimizza con il proprio smartphone per ottenere un funzionamento di maggior qualità. Una volta attivato il Bluetooth basta notare nella sezione “I miei dispositivi” dove le cuffie dovrebbero apparire, il nome dell’apparecchio può anche essere modificato magari con un nome più semplice e immediatamente riconoscibile.

Come collegare le cuffie alla televisione?

Per prima cosa bisogna assicurarsi di avere un televisore dotato di Bluetooth. Collegare le cuffie alla televisione è sicuramente molto comodo, da un lato, permette di isolarsi e di seguire i programmi con la miglior qualità del suono possibile, dall’altro lato invece permette di non disturbare le altre persone presenti in casa. Per collegare le cuffie è necessario aprire il menù delle impostazioni, andare sulla sezione “suono” poi in “impostazioni altoparlanti” o “output”. Aprire poi il menù Bluetooth selezionando “accoppiamento/connessione” e a questo punto selezionare il dispositivo che si vuole connettere.

Come si attivano le cuffie?

Per attivare le cuffie basta tenere premuto per qualche secondo il pulsante principale. Se l’accensione non avvenisse la batteria potrebbe essere scarica, conviene in generale ricaricare le cuffie prima di utilizzarle.

Come si resettano?

Per riportare le cuffie alle impostazioni di fabbrica inziali si può ricorrere a questo metodo particolarmente popolare. In moltissime cuffie è possibile notare un piccolo foro, che non è però da confondere con il microfono integrato, dentro questo vi è un pulsante. Si preme questo punto per qualche secondo l’oggetto dovrebbe essere totalmente resettato. In altri casi, risulta invece necessario premere a lungo una combinazione di più pulsanti ed in tal caso conviene avere a portata di mano il manuale delle istruzioni.

Come si capisce quando sono cariche?

Normalmente le cuffie Bluetooth sono provviste di un led, una lucina, che si illumina solitamente quando in carica o che lampeggia mentre sono accese. Questa stessa lucina, se l’apparecchio è connesso alla carica, dovrebbe indicare se spenta o se cambiata di colore che l’apparecchio è carico e quindi pronto all’utilizzo.