Come scegliere un passeggino trio: guida completa per genitori!

Ultimo aggiornamento:

Cosa può offrire un buon passeggino trio?

Il passeggino trio è composto da 3 o 4 elementi: il telaio, ovvero la parte dotata di ruote sulla quale appoggiare i diversi elementi; l’ovetto, invero il primo utile mezzo di trasporto per il tuo bambino, che funge anche da seggiolino auto; la carrozzina (culla o navicella), generalmente utilizzata fino al terzo mese di età. A volte funge anche da lettino per le prime settimane di vita del neonato; il passeggino si usa generalmente a partire dal quarto mese poiché appartiene alla fase che mantiene il bambino in posizione seduta e in commercio possiamo trovare strutture che hanno il passeggino incorporato. Le ragioni per acquistare un passeggino tre in uno sono diverse e convergono soprattutto su economicità e praticità; sicuramente il passeggino trio è molto più economico rispetto all’acquisto di carrozzina, seggiolino auto e   passeggino. Meno ingombrante anche in termini di spazio, dal momento che su un unico telaio si possono alternare tutti i supporti indicati per il trasporto del bambino, come ad esempio l’ovetto: pratico da togliere e mettere in auto senza spostare il bambino per trasferirlo dal seggiolino auto al passeggino. Il passeggino trio rappresenta una scelta ben ponderata e preferita da molti genitori che privilegiano economicità e praticità, ma purtroppo spesso l’acquisto di un sistema modulare trio corrisponde ad una struttura pesante e poco maneggevole. Questo perché il telaio del passeggino, per agganciare gli elementi quali la navicella, la seduta e l’ovetto, spesso ha bisogno di essere robusto e affidabile, finendo quindi per essere pesante dal punto di vista del peso. Per fortuna, oggi le aziende produttrici di passeggini realizzano anche dei modelli di passeggini trio leggeri e compatti nella chiusura, in grado di coniugare la capacità di agganciare i 3 elementi necessari su di un’unica struttura, alleggerita grazie ad accortezze di design e di scelta dei materiali di realizzazione.

Sceglierlo in base alla manovrabilità

La scelta di un passeggino trio guida i genitori a valutare diversi elementi che convergono essenzialmente nella sua manovrabilità. Molte volte mamme e papà sono portati a scegliere in base alla funzionalità di un prodotto e soprattutto alla sua praticità d’uso, senza disdegnare ovviamente prodotti dal design accattivante e corredati da accessori che impreziosiscono la scelta. Surclassati, quindi, da altri stimoli e fattori, spesso non hanno le giuste informazioni per tenere in considerazione i bisogni del bambino, nelle sue prime ma delicatissime fasi di vita e di sviluppo. Lasciando da parte, quindi, quello che c’è “fuori”, ovvero l’estetica e tutti quei dettagli che lo rendono intrigante per i genitori, la manovrabilità deve essere vista come l’elemento da cui partire per fare la scelta perfetta nei dettagli, le valutazioni di caratteristiche di come un trio deve essere fatto dentro nelle sue diverse componenti per soddisfare il benessere fisico dei bimbi e ottenere per loro il massimo comfort possibile.

Corretta postura

Una caratteristica fondamentale da valutare nel passeggino trio è la reclinabilità dello schienale, preferibilmente fino alla posizione “nanna”; questo perché, nel periodo di utilizzo del passeggino che copre indicativamente un arco di tempo che va dai 6 mesi ai 3 anni circa, i bambini crescono ad un ritmo vertiginoso, generalmente di circa 30 cm in lunghezza e di 7÷8 kg in peso. Quindi, per garantirgli costantemente un buon livello di comfort, è bene che lo schienale sia reclinabile in varie posizioni, da quella dritta a quella sdraiata più alcune intermedie, in modo che il bambino possa assumere sempre la postura corretta. Anche i bambini più grandi, infatti, schiacciano volentieri un pisolino e la comodità massima la trovano, in ogni caso, se dormono sulla schiena. L’inclinazione ideale per il comfort del bambino quando lo schienale è in posizione verticale è rappresentata da un angolo compreso tra 100 e 110 gradi: una misura non casuale che permette al bambino di esplorare ciò che lo circonda tenendo la schiena comodamente appoggiata allo schienale, in quanto un’inclinazione maggiore lo obbligherebbe a staccarsi dallo schienale per guardare meglio e, quindi, a stancarsi di più. Per un comfort ideale è consigliabile preferire i passeggini che danno la possibilità di regolare lo schienale indipendentemente dal resto della seduta.

Accessori utili

Gli accessori per il passeggino trio migliorano l’esperienza quotidiana di genitori e bambini fuori casa, grazie a una serie di elementi aggiuntivi per tutte le necessità. Pensati appositamente per completare il passeggino con complementi per il comfort del passeggero, la selezione degli accessori comprende oggetti per la sicurezza del bambino e la tranquillità dei genitori. Molti degli accessori di cui sono dotati i passeggini sono pensati per esplorare il mondo in compagnia in qualsiasi occasione: i parapioggia universali, forniti di fori per l’areazione, proteggono da vento e precipitazioni, mentre gli ombrellini, facili da installare sul telaio, riparano da raggi solari intensi tipici delle giornate estive. E per uscire con serenità nelle giornate più fredde, il sacco termico è la scelta ideale: impermeabile e pensato per isolare il piccolo da umidità e basse temperature, offre un supporto confortevole per le uscite invernali. Un altro componente dall’utilità davvero elevata, presente in molti modelli di passeggino trio, è il cesto portaoggetti: quello che varia è l’ampiezza di questo vano, nonché la qualità dei materiali, che gli consentono di reggere un peso maggiore o minore. Ancora, l’ammortizzazione delle ruote, un sistema frenante efficace e di grande sicurezza, insieme alla possibilità di manovrare il passeggino con una sola mano sono tutti elementi utili che rendono facile e sicura l’attività di andare a spasso con i propri bambini.

Modelli particolari

Oltre ai modelli tradizionali di passeggino trio, il mercato offre anche la disponibilità di modelli particolari che riescono a soddisfare determinate esigenze: ad esempio i passeggini gemellari, un acquisto utilissimo per chi ha la necessità di trasportare due gemelli o due bambini piccoli molto vicini di età. Sono disponibili in diversi modelli e colori ed anche in diverse versioni riguardo il loro orientamento: i bimbi possono essere posizionati uno accanto all’altro, uno davanti all’altro, o girati di schiena per vedere il volto della mamma.